CERCA SERVIZIO CIVILE

Area istituzionale

Accesso

Pubblicato il Bando di Servizio Civile Nazionale 2015 PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Mercoledì 18 Marzo 2015 10:51

Il bando è stato pubblicato ieri, 17 marzo 2015. Potete trovare gli elenchi dei progetti nazionali e regionali al seguente link

Chi fosse interessato solo al bando degli enti regionali lombardi può, in alternativa, trovare bando, progetti, scadenze e allegati alla domanda sul sito della Regione Lombardia a questo link .

 

Chi può partecipare al bando

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso, che alla data di presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:

– cittadini dell'Unione Europea;

– essere familiari dei cittadini dell'Unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;

– titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;

– titolari di permesso di soggiorno per asilo;

– titolari di permesso per protezione sussidiaria;

– non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l'appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

– I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio. Non possono presentare domanda i giovani che:

a) già prestano o abbiano prestato servizio civile in qualità di volontari ai sensi della L. n. 64 del 2001, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;

b) abbiano in corso con l'ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporto nell'anno precedente di durata superiore a tre mesi.

c) abbiano presentato domanda per progetti inseriti nel Bando speciale di servizio civile nazionale Expo 2015. La presente disposizione non si applica per le domande presentate nell'ambito dei bandi di servizio civile nazionale, quale misura per l'attuazione del programma europeo Garanzia Giovani.

 

La scadenza per la presentazione delle domande

La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, deve pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14 del 16 aprile 2015, non fa fede il timbro postale e deve essere presentata secondo le seguenti modalità:
- con Posta Elettronica Certificata (PEC) di cui è titolare l’interessato avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf
- a mezzo “raccomandata A/R”
- a mano.

Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione.

 
Appello Servizio civile: una buona legge è possibile PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Lunedì 01 Dicembre 2014 11:09

banner appello

Leggi tutto

 

 

 
Associazione Mosaico seleziona 48 giovani da coinvolgere in progetti di leva civica regionale PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Lunedì 03 Settembre 2012 11:53

35 in Provincia di Bergamo, 6 in Provincia di Como, 4 in Provincia di Milano, 2 in Provincia di Varese e 1 in Provincia di Cremona. Queste le posizioni disponibili per i giovani che presenteranno  domanda di partecipazione entro il 17 settembre


Associazione Mosaico ha ricevuto l'incarico da parte di numerosi enti locali della Lombardia di selezionare 48 giovani da coinvolgere in progetti di leva civica regionale, nei settori dei servizi sociali e delle biblioteche comunali.
La leva civica regionale è un’interessante opportunità per acquisire competenze professionali, particolarmente indicata a chi desidera riavvicinarsi al mercato del lavoro dopo un periodo di disoccupazione oppure semplicemente a chi desidera maturare nuove abilità spendibili in campo educativo, sociale e culturale. Attraverso i percorsi sperimentali di “leva civica regionale”, che si svolgeranno all’interno dell’organizzazione degli enti beneficiari giovani aderenti al percorso potranno osservare dall’interno come funziona la realtà degli enti locali, nonché come vengono gestiti i servizi comunali.
Per partecipare alla selezione è necessario aver compiuto 18 anni e non raggiunto il 35° anno di età all’atto di presentazione della domanda, essere cittadini italiani o stranieri regolarmente residenti in Italia ed essere in possesso della dichiarazione di disponibilità al lavoro rilasciata dal centro per l’impiego.
I progetti prenderanno avvio entro il 31 ottobre 2012 e avranno una durata di 12 mesi. L'impegno richiesto è mediamente di 20 ore settimanali. Ai giovani verrà garantito un percorso di formazione di 72 ore e una spettanza mensile di 300 euro.
Per scaricare la domanda o per visualizzare l'elenco delle posizioni disponibili, è possibile consultare il sito www.mosaico.org. Per avere maggiori informazioni chiamare Mosaico allo 035 254140 dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00.
Verranno accettate le domande che perverranno ad Associazione Mosaico, via E. Scuri 1c a Bergamo entro e non oltre il 17 settembre alle ore 12.

 
Il Servizio civile tira il fiato: partiranno 18.810 volontari nel 2013-14 PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Martedì 12 Giugno 2012 14:58
18.810 volontari per gli anni 2013 e 2014... è questa la notizia più importante data dal Ministro Riccardi, nel corso di una conferenza stampa svoltasi questa mattina a Roma.
“Non possiamo che apprezzare quanto dichiarato dal Ministro” - ha dichiarato Claudio Di Blasi, presidente di Associazione Mosaico - “Riccardi ha mantenuto l'impegno di trovare risorse per non far morire il Servizio civile, e di questo gliene va dato atto.
Ancora più significativo il fatto che abbia fatto la scelta politica di reperire tali risorse, circa 50 milioni di euro, tra i diversi settori su cui ha responsabilità di governo: una decisione non facile, che dimostra il suo interesse e impegno sul servizio civile”.
“Ora il servizio civile esce dalla prognosi riservata, ed entra nella fase della riabilitazione” - ha concluso Claudio Di Blasi - “Il Ministro ha sottolineato la volontà di avviare a breve un tavolo tecnico per disegnare il futuro Servizio civile: non posso che augurarmi che anche su questo argomento dia prova di attenzione e sensibilità politico culturale, coinvolgendo in tale percorso gli enti di servizio civile a dimensione regionale”.
 
Associazione Mosaico realizza il primo “customer satisfaction” sul servizio civile. Dati positivi anche dall'indagine sul “ritorno occupazionale” PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Giovedì 24 Maggio 2012 13:55

Pubblicati i dati dell'indagine condotta da Associazione Mosaico, in collaborazione con ricercatori dell'Istituto Tolomeo: più del 90% degli utenti a cui si rivolgono le attività dei progetti di servizio civile ritiene importante e positivo l'impiego dei volontari

E' la prima volta nella storia di servizio civile: stiamo parlando della prima indagine scientifica di  “customer satisfaction” per misurare scientificamente il livello di gradimento dei servizi offerti dai volontari in servizio civile.
Associazione Mosaico ha ritenuto di fondamentale importanza valutare in modo critico l'impatto che i servizi resi dai volontari in servizio civile in forza presso le strutture dei suoi associati ha avuto sui destinatari e/o sulla collettività, in modo da offrire per il futuro un servizio migliore.
L'indagine è stata condotta attraverso un piano rigorosamente scientifico ed avvalendosi di ricercatori dell'Istituto Tolomeo di Padova,  con un campionamento sistematico degli intervistati e delle sedi di servizio che tenesse presente la distribuzione dei volontari per area di intervento e per provincia. Il disegno della ricerca ha coinvolto in totale 447 individui presenti su 9 sedi di servizio e su 4 province (Bergamo, Brescia, Milano, Lecco). A questo link una presentazione della metodologia utilizzata.


I risultati dell'indagine sono stati estremamente positivi:
- tenendo in considerazione una scala che va da 1 a 10, il gradimento dei servizi da parte dell'utenza si posiziona mediamente sul 9;
- il 75% degli utenti intervistati è a conoscenza del contributo offerto dai volontari in servizio civile nella realizzazione dei servizi di cui usufruiscono. Di questi, ben il 95,2% ritiene che detto contributo sia positivo (è interessante notare che il rimanente 4,8% non giudica l'apporto dei volontari come negativo, ma si limita a ritenerlo “né positivo né negativo”).
- 93,9% ha ritenuto importante l'impiego dei volontari in servizio civile presso l'ente in cui si realizza il progetto.

A questo link  potete trovare i risultati dell'indagine, mentre  un commento sugli stessi lo si trova qui.

Questi dati ci fanno comprendere che, in un periodo di crisi economica, l'apporto dei volontari in servizio civile non è solo ri-conosciuto dalla maggior parte degli utenti, ma viene percepito come utile, importante e positivo.
“E' un risultato che ci aspettavamo – ha commentato Claudio Di Blasi, Presidente di Associazione Mosaico - le sedi di attuazione di progetto vengono scelte e selezionate da Mosaico con molta attenzione. Non è sufficiente “chiedere” un volontario in servizio civile: occorre dimostrare che tale risorsa verrà inserita in un contesto che garantisca un adeguato ritorno formativo, e la buona qualità del servizio reso è una delle discriminanti perché l'ente sia scelto.”

A fianco di questa indagine, Associazione Mosaico ha effettuato la già consolidata indagine sul “ritorno occupazionale”  derivante dal servizio civile.
“Quest'anno ci attestiamo su un 'ritorno' del 20% - segnala Claudio Di Blasi - Si tratta di una percentuale inferiore a quella degli anni precedenti, ma credo non ci sia da lamentarsi, vista la preoccupante situazione occupazionale delle giovani generazioni negli ultimi dodici mesi”.

L'analisi dell'indagine sul ritorno occupazionale la trovate qui

 
TAR di Brescia: rigettato il ricorso di un cittadino straniero sul servizio civile PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Venerdì 11 Maggio 2012 15:07
Il TAR Brescia, con sentenza depositata il 9 maggio, ha rigettato il ricorso presentato dal signor Alma Bauschi.
Il signor Bauschi, cittadino albanese residente in Italia da 10 anni, aveva fatto ricorso contro quella parte della normativa  che prevede che solo i cittadini italiani possano presentare domanda di partecipazione ad un bando di servizio civile.
Potete trovare il testo della sentenza qui
 
In Lombardia una legge regionale sulla leva civica PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Lunedì 23 Aprile 2012 10:59

Eppur si muove!
Sono ormai quattro anni che in Regione Lombardia si sta sperimentando la “leva civica”: nei fatti un vero e proprio servizio civile autogestito e, soprattutto, autofinanziato dagli enti di servizio civile, pubblici e del privato sociale.
Un'esperienza lanciata nel 2008 da Associazione Mosaico, e ripresa due anni dopo da ANCI Lombardia, che ha coinvolto oltre 800 giovani, con un investimento complessivo di 4 milioni di euro.

Ora dalla sperimentazione si passa … alla legislazione. Un folto gruppo di consiglieri regionali lombardi, del Gruppo Lega Nord, ha infatti presentato lo scorso 28 marzo, il pdl n. 155 recante “istituzione della leva civica volontaria regionale”(potete trovare il testo qui).


Il primo firmatario, Fabrizio Cecchetti dichiara come “'l'obiettivo è quello di promuovere e sostenere il servizio civile quale esperienza di cittadinanza attiva per la formazione di donne e uomini più consapevoli, partecipi, responsabili, solidali e nonviolenti e quale investimento della comunità lombarda sulle giovani generazioni”.
Il testo della proposta di legge è stato elaborato chiedendo pareri, consigli e critiche a varie realtà della società civile lombarda, quali ANCI Lombardia, Associazione Mosaico, ACLI Lombardia, CISL Lombardia e Federsolidarietà.


Anche il quotidiano “La Padania” del 21 aprile ha dedicato due pagine al progetto di legge, che potete leggere qui.


Segnaliamo ai lettori alcune particolarità della proposta di legge, ovvero:
a) la possibilità che la futura leva civica regionale possa essere svolta da cittadini extracomunitari con regolare permesso di soggiorno e che abbiano fatto richiesta di cittadinanza italiana (articolo 6, comma 1, lettera c);
b) il totale autofinanziamento della leva civica da parte degli enti che la promuovono, con possibilità di ottenere dalla Regione parziale rimborso delle spese sostenute, a progetto concluso e dietro esibizioni delle “pezze giustificative”  (articolo 11).
Tra i firmatari della proposta di legge si possono rintracciare i nomi di ben due assessori  lombardi (Belotti e Ruffinelli).... ciò fa be sperare in un rapido iter ed approvazione della proposta di legge da parte del consiglio regionale.

 
Quale riforma per il Servizio civile?. Il Contributo di Associazione Mosaico PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Mercoledì 14 Marzo 2012 11:38

Il servizio civile è ammalato.
E' questa la ragione di fondo per cui il Ministro Riccardi, che detiene la delega al settore, ha convocato per il prossimo 20 marzo a Roma una tavola rotonda dal titolo “Quale riforma per il servizio civile nazionale: proposte a confronto” (il programma è a questo link).
La tavola rotonda potrà essere seguita da tutti in streaming, a partire dalla ore 15.00 del 20 marzo,  sui siti: www.governo.it, www.serviziocivile.gov.it

Come contributo al dibattito Associazione Mosaico, ente gestore del Servizio civile, ha elaborato un proprio documento di analisi e proposte, che potete trovare al seguente link: buona lettura a tutti!

 
Quando la Danzamovimentoterapia incontra il Servizio civile il successo è assicurato! PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Lunedì 05 Marzo 2012 14:44

Grande successo di iscrizioni per il corso di Danzamovimentoterapia organizzato da Associazione Mosaico per i propri volontari

 

“Quando l'educatrice Cristina Chillè, ideatrice del corso, ci ha chiesto di promuovere un corso di Danzamovimentoterapia (DMT) tra i volontari in servizio civile presso le sedi dei nostri associati, ci siamo subito attivati perché ciò potesse diventare un'opportunità di formazione per i ragazzi”- esordisce Claudio Di Blasi, Presidente di Associazione Mosaico, che spiega - “Il focus del lavoro di DMT è la relazione e la comunicazione con l’altro, elementi di primaria importanza per i volontari in servizio civile, che vengono costantemente a contatto con persone portatrici di diverse esigenze e problematiche più o meno gravi.”

La DMT è infatti una disciplina orientata a promuovere l’integrazione fisica, emotiva, cognitiva e relazionale, la maturità affettiva e psicosociale e la qualità della vita della persona.

La proposta formativa destinata a ragazzi e ragazze che hanno scelto di impegnarsi nel servizio civile si inserirà all'interno del percorso di formazione specifica e nasce proprio dall’idea di offrire loro un setting specifico dove partire dalla conoscenza di sé attraverso il movimento per andare verso l’altro inteso come portatore di bisogni e risorse propri.

Con l'acquisizione di queste competenze i volontari in servizio civile potranno portare avanti una significativa e più consapevole relazione con i loro utenti e realizzare in questo modo le attività previste dai progetti in modo più efficace e con risultati migliori dal punto di vista qualitativo.

L'occasione di partecipare al corso è stata prontamente colta dai volontari in servizio civile, che in meno di una settimana hanno esaurito i posti messi a disposizione da Associazione Mosaico. Grande entusiasmo è stato riscontrato anche dai responsabili degli Enti sede di progetti di servizio civile, che considerano il corso una grande opportunità per i giovani di acquisire competenze spendibili durante il loro servizio civile e in futuro sul mercato del lavoro.

 

 
E Riccardi batte un colpo... anzi due PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Lunedì 27 Febbraio 2012 12:55
Le disavventure capitate al servizio civile con il rischio del "blocco delle partenze" pare abbiano fatto dare "una mossa" al Ministro Riccardi, che come sappiamo ha la delega su tale tema.
Infatti lo scorso 23 febbraio il Ministro ha risposto a due interrogazioni a risposta immediata presentate rispettivamente da Erica Rivolta (Lega Nord) e Livia Turco (PD).
A questo link potete trovare il tutto.
Due sono le notizie rilevanti che si possono ricavare:
- al momento non vi sono risorse finanziarie per finanziare progetti di servizio civile che impieghino volontari nel 2013, anche se Riccardi dichiara di stare adoperandosi per reperire qualche euro aggiuntivo. Staremo a vedere....
- secondo il Ministro, permettere ai cittadini extracomunitari di svolgere il servizio civile è in contraddizione con il principio della "difesa della Patria". Insomma, occorre scegliere: o difesa non militare della Patria o cittadini extracomunitari in servizio civile. Sempre il Ministro segnala come il Tribunale di Brescia abbia rigettato il ricorso di un altro cittadino straniero, in quanto il servizio civile non si configura come un rapporto lavorativo.
 
Tutti i volontari entrino in servizio civile entro aprile 2012 PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Lunedì 06 Febbraio 2012 11:48
E' questo il succo della Risoluzione presentata nei giorni scorsi in I Commissione Affari Costituzionale della Camera dei Deputati.
Il documento, firmato da alcuni parlamentari della Lega Nord, tra cui Pierguido Vanalli ed Erica Rivolta, prende spunto dalla recente vicenda del “blocco delle partenze”, per ricordare come il 1 febbraio scorso siano stati avviati al servizio civile solo 2.000 degli oltre 18.000 giovani “in attesa”.
Il documento, elaborato in collaborazione con alcuni enti di servizio civile della Lombardia, segnala non solo i problemi derivanti da tale situazione, ad esempio in termini di abbandoni, ma evidenzia come la causa di tutto ciò stia nella mancanza di risorse adeguate a favore del servizio civile.
Oltre a chiedere l'avvio dei volontari entro aprile, la risoluzione segnala come sia necessario trovare risorse per garantire anche nel 2013 l'entrata in servizio civile di almeno 20.000 volontari.
Non resta che vedere cosa dirà il Parlamento ed il Governo.
Potete trovare il testo della risoluzione qui
 
I fuori luogo di Italia Oggi sul Servizio civile PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Martedì 31 Gennaio 2012 11:04

Ora ci si mette anche l’informazione, o meglio la disinformazione.
Sul quotidiano Italia Oggi del 28 gennaio è comparso infatti un articolo, a forma di Cesare Maffi, dal titolo “il servizio civile è fuori luogo”, che potete leggere qui.
La proposta del giornalista è semplice: abolire il servizio civile, tanto è inutile e risparmiamo un poco di soldi.
L’articolo è tuttavia infarcito di tante imprecisioni ed inesattezze da spingere il Presidente di Associazione Mosaico, Claudio Di Blasi, ad inviare una lettera alla redazione, con alcune necessarie “precisazioni”.
Potete leggere il testo della lettera qui

 
Servizio civile. Partenze sbloccate, ma la mobilitazione non si deve fermare! PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Giovedì 26 Gennaio 2012 16:24

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la dichiarazione di Claudio Di Blasi presidente di Associazione Mosaico sulla riattivazione delle partenze dei volontari il 1° febbraio

 

Ce l'abbiamo fatta!
Grazie alla mobilitazione ed all'impegno di volontari ed enti di servizio civile, oltre 2000 volontari, tra cui quelli di Associazione Mosaico, entreranno regolarmente in servizio il prossimo 1° febbraio.
La notizia ufficiale è stata pubblicata sul sito di UNSC, e la potete leggere a questo link
“La nostra soddisfazione è grande” dichiara Claudio Di Blasi, presidente di Associazione Mosaico “Siamo riusciti ad evitare problemi a molti giovani, enti ed utenti di servizi essenziali per i nostri territori. Non dobbiamo tuttavia dimenticare che il 1° febbraio prenderanno servizio civile circa 2.000 volontari, mentre altri 16.000 dovranno aspettare mesi, a causa dei tagli effettuati dalla legge di stabilità sul Fondo nazionale per il servizio civile.”
“La mobilitazione di volontari ed enti non deve fermarsi”auspica Claudio Di Blasi “Dobbiamo continuare a chiedere con forza e determinazione che vengano trovate le necessarie risorse perché tutti i volontari selezionati entrino in servizio nell'arco di due mesi e affinché vi siano i necessari finanziamenti per garantire almeno 20.000 posizioni di servizio civile nel 2013”.
“Invito tutti i volontari e gli enti di Associazione Mosaico”conclude Claudio Di Blasi “a sostenere e  rimanere a fianco dei colleghi che ancora stanno aspettando di sapere quando inizieranno il loro anno di servizio civile: solo uniti otterremo risposta alle nostre legittime richieste”.

 

 
Due interrogazioni sul destino del Servizio civile PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Mercoledì 25 Gennaio 2012 14:36

La sospensione delle partenze dei volontari selezionati con il bando 2011 sta scatenando giustamente un putiferio politico. L’on. Franco Evangelisti, IDV, ha preannunciato la presentazione di una interrogazione sul tema (vai all’articolo) ma certamente l’on. Livia Turco (PD), che ha presentato una richiesta di chiarimenti al Ministro Riccardi lo scorso 23 gennaio, ha battuto tutti in velocità.

Qualche dubbio sull’accuratezza nella stesura e la conoscenza del tema però nasce spontaneo quando nel testo si legge il seguente svarione: ”Del resto, se tali giovani (gli immigrati con permesso di soggiorno, ndr) non si sentissero parte integrante della comunità, non deciderebbero di dedicarle dieci mesi della loro vita”. Dieci mesi??? Ma abbiamo letto bene???

Ma onorevole Livia Turco, il Servizio civile — come lo conosciamo noi — di mesi ne dura dodici, non di certo dieci. Evvai al blog di Livia Turco per leggere il testo della dichiarazione e ai testo dell’interrogazione

 
Contro la sospensione del bando di Servizio civile. Alcune inziative a cui partecipare! PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Martedì 24 Gennaio 2012 14:46

Gent.mi Lettori,
di seguito vi proponiamo alcune inziative organizzate contro la sospensione del bando di Servizio civile.

Partecipate numerosi!

 
Il Servizio civile si è preso una vera sberla PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Lunedì 23 Gennaio 2012 12:57

Il blocco di tutti gli avvi al Servizio civile è un fatto assurdo, di cui stanno pagando le conseguenze decine di migliaia di giovani e centinaia di enti di Servizio civile.

Ma come e perché è arrivata questa sberla? Chi porta la responsabilità di quanto è accaduto?

Il Presidente di Associazione Mosaico, Claudio Di Blasi, ripercorre quanto è accaduto in questi convulsi giorni, facendo nomi e cognomi dei vari “attori”, in questa analisi.

 
Servizio civile. Sospensione dell'attivazione dei progetti – Bandi pubblicati il 20/09/2011 PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Venerdì 20 Gennaio 2012 15:22

Con l’ordinanza n. 15243/11RG del 9/1/2012, il Tribunale di Milano -sez lavoro- ha dichiarato discriminatoria la limitazione prevista dall’art. 3 del “Bando per la selezione di 10.481 volontari da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e all’estero” pubblicato il 20/09/2011, nella parte in cui chiede il possesso della cittadinanza italiana quale requisito di ammissione allo svolgimento del Servizio Civile Nazionale. Con la stessa decisione il giudice ha ordinato alla PCM – UNSC di sospendere le procedure di selezione, di modificare il bando nella parte in cui richiede il requisito della cittadinanza consentendo l’accesso anche agli stranieri soggiornanti regolarmente in Italia e di fissare un nuovo termine per la presentazione delle domande.

Leggi tutto sul sito dell'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile

 
Dal PD una richiesta a Monti per salvare il Servizio civile PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Martedì 20 Dicembre 2011 15:11

Lo scorso 16 novembre il governo Monti ha accolto alla Camera due ordini del giorno relativi al Servizio civile: oltre a quello presentato dalla Lega Nord sullo sgravio del versamento IRAP che grava sugli assegni dei volontari, di cui abbiamo dato notizia nel post precedente,  ne è stato presentato un secondo da parte del Partito Democratico, prima firmataria on. Sereni, in cui si chiede al Governo di avviare una revisione dell’intera normativa in materia e uno sforzo per il reperimento di risorse, al fine di invertire il processo in corso di riduzione delle posizioni ed evitare di fatto la chiusura di questa significativa esperienza.

Il testo dell’ordine del giorno dell’on. Sereni lo trovate a questo link

 
Eppure accade! Quando il servizio civile, prima ancora di iniziarlo, diventa occasione di lavoro!! PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Giovedì 17 Novembre 2011 16:06
Il servizio civile è un ragazzo ostinato: nonostante i tagli, nonostante i maltrattamenti, riesce a dare buone notizie sia ai giovani sia a chi quotidianamente si impegna per farlo “andare avanti”.
Capita di partecipare ad una selezione per due posizioni di servizio civile e di trovarsi... con un posto di lavoro!
Ma leggiamo la mail che Simone Marchese, Operatore Locale di Progetto della Cooperativa Sociale della Brianza ONLUS, ha indirizzato allo staff di Associazione Mosaico, a cui è associata per la gestione del servizio civile:
“Buonasera, con la presente intendo ringraziare Associazione Mosaico per la possibilità che "involontariamente" ci avete dato. Nell'ultimo mese ci sono pervenute 4 candidature di aspiranti volontari del servizio civile per ricoprire le 2 postazioni del nostro progetto sugli asili nido. Purtroppo i numeri imponevano una scelta che, sulle prime, pareva difficile; il caso ha voluto che nello stesso periodo ci trovassimo impegnati in una selezione del personale per alcuni servizi da noi gestiti (nello specifico parliamo di assistenza scolastica) pertanto l'imposizione d'una scelta s'è trasformata in occasione: abbiamo assunto due dei candidati (che avevano competenze e formazione compatibile con il servizio) e selezionato gli altri (anch'essi aventi i requisiti da noi richiesti). Un grazie va quindi a Voi per la scelta, la puntualità e l'impegno.
Il progetto e le persone a cui mi riferisco sono nello specifico: Progetto NON SOLO FAVOLE - Consorzio Comunità Brianza - sede operativa Cooperativa Sociale della Brianza,  Meda (MB)
Federica - Assunta dalla Ns Cooperativa
Stefania - Assunta dalla Ns Cooperativa
Eloise - Selezionata per il servizio civile
Dario – Selezionato per il  servizio civile
Cordiali saluti
Simone Marchese - OLP - Coordinatore del Servizio di Assistenza Scolastica
Cooperativa Sociale della Brianza ONLUS
 
I Fogli di Collegamento sono on line. Visita il nuovo sito! PDF Stampa E-mail
Scritto da Eleonora Pirrone   
Venerdì 29 Maggio 2009 15:48

La redazione di AVOLON ha in questo ultimo periodo lavorato per dare un volto nuovo ai "Fogli di collegamento", il periodico che si occupa del Servizio civile, dei temi della pace e della nonviolenza.

Sebbene non venga più pubblicata la versione cartacea, è possibile tenersi aggiornati attraverso un sito on line dedicato. L'intenzione è quella di mantenere la tradizionale qualità dei contenuti e la ricchezza delle rubriche, usufruendo dei nuovi supporti tecnologici per favorire l’interattività e la partecipazione dei lettori, che possono continuare a mandarci i loro contributi a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Insieme alle consuete rubriche dedicate al Servizio civile, alle problematiche e agli stimoli ad esso connessi, ai conflitti dimenticati, ai personaggi che hanno dedicato la loro vita alla pace, sono state aperte nuove sezioni. Viene dato particolare risalto per esempio alle esperienze dei volontari, che vengono raccolte in formato testuale, audio e video all’interno di una galleria multimediale di libero accesso. Ampio spazio viene dato inoltre all’attualità, ai convegni e alle notizie provenienti dal terzo settore.

Il messaggio di AVOLON è sempre lo stesso: i "Fogli di collegamento" sono uno strumento messo a disposizione di tutti, che diventa migliore se condiviso da più voci. Per questo il nostro invito è quello di scriverci per segnalarci notizie, avvenimenti, problemi o semplicemente per raccontarci le vostre esperienze di Servizio civile.

Per tenervi informati su cosa avviene nel mondo del Servizio civile e su quali sono i temi più dibattuti potete iscrivervi alla newsletter dei "Fogli di collegamento", mandando una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. contenente i vostri dati anagrafici (nome, cognome, luogo e data di nascita).

Il servizio è gratuito ed è possibile recedere in qualsiasi momento.

Visita il sito dei "Fogli di collegamento".

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2